Come realizzare il topponcino

La scorsa settimana ho ricevuto una richiesta molto particolare. Un’amica mi ha chiesto se potevo realizzare, per il suo bimbo in arrivo, il “topponcino”. Sono, letteralmente, caduta dalle nuvole e, con un po’ di imbarazzo, le ho confessato di non sapere di cosa stava parlando, pur accettando di aiutarla. Dopo una sommaria spiegazione mi sono documentata più dettagliatamente.

“Il topponcino è una specie di piccolo materassino nato in Italia da una intuizione di Maria Montessori e conosciuto in tutto il mondo come il cuscino della sicurezza”.

Il neonato starà sempre su questo materassino, quando si prende dalla carrozzina, mentre lo si allatta, per farlo addormentare, per spostarlo facilmente senza disturbarne il sonno e impedendo alla testa di ciondolare e, grazie a questo accorgimento, le mamme inesperte acquisteranno maggiore sicurezza.

La sua realizzazione è davvero alla portata di tutti e qui di seguito vi spiego come fare:

  1. Prendete un mollettone morbido non più alto di 2 cm, ma trapuntato in modo che acquisti una relativa rigidezza (lo troverete nelle mercerie più fornite).

WP_20151227_003

e tagliatelo in questo modo

topponcino-schema

deve avere forma ovale e misurare 37 per 67 cm. Rifinite il profilo del materassino ottenuto, a tagliacuci o a zig zag piuttosto fitto.

     2.   Ora realizzate la foderina: prendete del cotone o del tessuto di lino e tagliatelo seguendo il profilo del materassino più 1,5 cm, lungo tutto il perimetro, per i margini di cucitura e un po’ di agio per permettere a quest’ultimo, una volta terminata la foderina, di entrarci agevolmente (per intenderci 38,5 per 68,5 cm).

WP_20151009_077.jpg

    3.  Per essere sicure di aver dato la stessa forma ovale alle due estremità del telo, piegatelo in doppio ed eventualmente rifilate. Poi, sempre in doppio, posizionate il 1° telo della fodera sul tessuto (anche questo piegato in doppio) facendo coincidere le estremità piegate e tagliate altri 2 teli.

     WP_20151026_003

    4.   Ora prendete 1 dei 3 teli e tagliatelo, lungo il lato corto, a circa metà della sua lunghezza più 2 cm. Ripiegate 2 volte al suo interno un bordino di 1 cm, fissatelo con gli spilli e cucite a macchina.

WP_20151026_035

Fate la stessa cosa con il 2° telo, questa volta però, tagliatelo a metà più 6/7 cm. In questo modo si sovrapporrà al 1° telo chiudendo la foderina, senza aver bisogno di bottoni o chiusura lampo per aprirla quando si dovrà lavare. Anche in questo caso ripiegate 2 volte al suo interno un bordino di 1 cm, fissatelo con gli spilli e cucite a macchina.

    5.   Ora fissate, con gli spilli, sul 3° telo (quello intero) uno dei 2 teli tagliati e successivamente l’ultimo telo a sovrapporsi.

WP_20151026_040

Cucite a macchina e rifinite.

WP_20151026_043

WP_20151026_045

Girate dal diritto la vostra fodera!

WP_20151026_047

Per non complicare la realizzazione della fodera, ho omesso la realizzazione  della rouche (Come realizzare una rouche) per impreziosirla. Per chi vuole cimentarsi, basta fissarla prima con gli spilli (meglio imbastire) e poi, cucirla sul telo intero (come in foto sotto) prima di aggiungere gli altri due teli.

WP_20151026_029

WP_20151026_038

…o se preferite potete contattarmi a questo numero 339/2060791 e sarò felice di realizzare per voi materassino e fodera!

La prossima volta vi spiegherò come realizzare la rouche con il cosiddetto punto filza.

3 pensieri riguardo “Come realizzare il topponcino

  1. Bello, pratico e utile. Le spiegazioni sono ben scritte e rende facile, facile la realizzazione di questo materassino.
    Qualcosa fai da te per noi grandi?

    Mi piace

  2. Ti ringrazio, questo è sempre stato il mio cruccio: “mi capiranno?” o “do troppo le cose per scontate?”. Mi fa piacere invece, sapere di essere così chiara!
    Per i grandi, trovi sempre nella categoria “lavorazioni”, le spiegazioni relative alla realizzazione di alcuni capi di abbigliamento per bambina che in realtà possono essere applicate anche ai capi da donna, cambiano ovviamente, solo le taglie e la quantità di stoffa da impiegare.
    Nella categoria “le mie piccole creazioni” invece, trovi tra i primi articoli che ho scritto, l’idea per poter realizzare un simpatico cuscino fai da te con i panni per i pavimenti! L’articolo si chiama “Per chi ama il riciclo” se ti va dai un’occhiata, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi.
    Ciao a presto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...