Che indecisione!

Domenica scorsa abbiamo portato la nostra principessa alla prima di un film d’animazione e naturalmente, prima d’entrare in sala, è scontato l’acquisto di popcorn e dolciumi vari, “ufficialmente” solo per lei.

Questa è la seconda volta che la portiamo al cinema e per lei è ancora tutto una novità, come l’espositore delle caramelle!

Sfuggendomi di mano l’ho vista dirigersi e soffermarsi meravigliata davanti questo enorme espositore, rapita dai mille colori.

Che indecisione!! Per fortuna siamo arrivati con mezz’ora d’anticipo…faceva avanti e indietro senza sapere cosa prendere!

…e mentre mi gustavo la scena, come succede spesso, mi è tornato in mente di quando anch’io ero bambina e mia madre mi portava con lei a comprare stoffe e accessori per la sartoria.

Vivido è il ricordo di un negozio fra tutti, una merceria nel cuore di Roma. Per come lo vedevo io, e tuttora lo ricordo, era un negozio dai soffitti altissimi con diverse stanze che si susseguivano l’un l’altra, e ciascuna trattava un articolo differente. La mia preferita, ed è inutile dirlo a chi mi legge, era quella dei bottoni provvista anche di accessori di rifinitura vari.

In questa stanza due enormi pareti, dietro i banconi dei venditori, erano ricoperte, a tutta altezza, da un espositore in legno con tantissimi cassetti di vetro che lasciavano intravedere un numero incalcolabile di bottoni dalle mille forme e colori, se vogliamo, simile a quello della foto.

Per me bambina, era una magia! Come il coniglietto che esce dal cappello del prestigiatore.

Con un pizzico di malinconia ricordo gli sforzi di mia madre per portarmi via. Inevitabilmente doveva riempirmi le tasche con qualche bottone colorato per non farmi uscire dal negozio in lacrime.

…dopo l’indecisione iniziale ha saccheggiato l’espositore di caramelle e ho dovuto convincerla che il film stava iniziando e non ci avrebbero più fatto entrare se ritardavamo ulteriormente.